Cos’è la ritenzione idrica?

In Italia circa un terzo delle donne convive il disagio della ritenzione idrica; una condizione assai comune, di cui spesso non si parla o si tende ad ignorare le cause.

La ritenzione è semplicemente la tendenza a trattenere liquidi tra le cellule, in particolare nell’area di gambe e glutei. Spesso questa condizione, associata a una ridotta circolazione a livello venoso e linfatico, comporta un drenaggio non sufficiente dei liquidi in eccesso.

Inoltre non sempre le donne sanno che insieme alla ritenzione idrica vengono trattenute delle tossine; l’origine di infiammazioni e conseguenti patologie nel corpo.

Perché si accumulano questi liquidi in eccesso?

Spesso questo eccesso di liquidi nei tessuti è dovuto allo stile di vita.

Le serate di oggi sono scandite da inviti a cena, delivery (in questo periodo fin troppi probabilmente), cibi pronti. Come fare a conciliare queste esigenze con il problema?

Certamente è importante mantenere il controllo su ciò che mangiamo, cercando di evitare alimenti ad alto contenuto di sodio, come formaggi e affettati, oltre chiaramente ai prodotti confezionati come gli snack salati. Inoltre possiamo aumentare la frequenza con cui facciamo movimento fisico, cercando di seguire un allenamento costante ma di intensità contenuta, in modo da aumentare la massa muscolare e non creare acido lattico.

Infine una delle soluzioni per eliminare la ritenzione idrica, da affiancare allo stile di vita, consiste nell’integrare la dieta con degli integratori alimentari naturali.

Integratori Alimentari e Alimentazione, una soluzione valida per ridurre la ritenzione idrica

Il punto da cui partire per una alimentazione che consenta di eliminare la ritenzione idrica è la scelta di alimenti ricchi di potassio e poveri di sodio.
Focalizzandoci sulla frutta fresca, ad alto contenuto di Vitamina C, l’ananas o gli agrumi sono tra gli alimenti più preziosi per combattere la ritenzione idrica.

L’ananas è particolarmente efficace a questo scopo poiché contiene la Bromelina, un enzima ad azione antinfiammatoria e anti edematosa, ovvero che produce una riduzione degli edemi; il rigonfiamento tipico della ritenzione idrica. Agisce favorevolmente sulla circolazione, anche in caso di vene varicose.

Integratori Alimentari Combattere Ritenzione Idrica

La bromelina è contenuta in maggiore concentrazione nel gambo dell’ananas, una parte del frutto che spesso viene scartato nel consumo alimentare. È proprio da questa sezione che la bromelina viene estratta ed usata, anche in dosi concentrate o “titolate” per produrre integratori alimentari per drenare.

Tra le piante con proprietà diuretiche e drenanti usate per realizzare integratori alimentare per ridurre i liquidi in eccesso abbiamo le foglie di betulla. L’effetto depurativo e diuretico risulta particolarmente favorevole su tutte le problematiche relative all’eliminazione degli eccessi, come la ritenzione dei liquidi.

La betulla è inoltre un antisettico delle vie urinarie, quindi può essere considerato uno strumento efficace per rafforzare l’apparato e prevenire la formazione di renella e cistite.
Anche la betulla agisce sulla riduzione degli edemi, quindi aiuta ad eliminare la ritenzione idrica.

Quindi, se vuoi ridurre i liquidi in eccesso con prodotti naturali fai più moto, cura l’alimentazione ed assumi integratori alimentari a base di Bromelina o di Betulla!

E se la ritenzione idrica colpisce più le gambe delle altre parti del corpo

Ci sono dei casi in cui la ritenzione dei liquidi avviene maggiormente nelle gambe, oltre che nei glutei.  Capita sicuramente in quelle donne che trascorrono molto tempo in piedi o stanno sedute a lungo nella stessa posizione.
Accade perché la staticità della postura causa una stasi della circolazione venosa e linfatica, con un conseguente ristagno di liquidi.

Il primo rimedio per eliminare i liquidi in eccesso dal sedere e dalle gambe a cui ricorrere in questo caso è l’attività fisica, cercando di scegliere un allenamento costante ma non eccessivo, in modo da aumentare la massa muscolare senza creare acido lattico, un elemento connesso alla ritenzione idrica.

L’acido lattico si crea in caso di intenso allenamento fisico e per eliminarlo i muscoli necessitano di acqua. Sono necessari circa 2 giorni dalla fine dell’allenamento per smaltire tutta l’acqua in eccesso, trascorsi i quali si potranno vedere i risultati dell’attività fisica in termini estetici e di peso.

Per ampliare gli effetti di quanto descritto e creare una sinergia con il movimento fisico, esistono alcuni integratori che possono migliorare la circolazione e combattere le gambe gonfie.

La pillola aumenta la ritenzione idrica, c’è modo per combatterla con gli integratori?

Alcune donne si trovano a prendere la pillola, o ad averla assunta per parecchi anni, non conoscendo il fatto che questo farmaco peggiora l’idratazione del corpo, trattiene i liquidi e produce gonfiore.
Spesso questo quadro è accentuato da questioni ormonali o dosaggi non adeguati sulla singola persona. Ed ecco che con gli anni ci si trova con gambe ispessite e più pesanti.

L’aspetto ormonale infatti, insieme alla dieta ed allo stile di vita non appropriati, incide negativamente sulla ritenzione dei liquidi.

Anche per combattere la ritenzione idrica causata dalla pillola ed eliminare il gonfiore eccessivo su gambe e sedere si può utilizzare la Bromelina, un enzima dalle proprietà antinfiammatorie, particolarmente efficace per ridurre gli edemi.

In associazione alla Bromelina abbiamo inserito Moringa Biologica e Ananas all’interno di un integratore alimentare naturale che svolge efficacemente il suo compito di eliminare la ritenzione idrica.

The post Come combattere la ritenzione idrica con integratori alimentari naturali appeared first on Red Moringa.